Appuntamenti

Riceviamo e volentieri pubblicizziamo l’iniziativa dell’amica Nella Toscano intitolata ” Il Treno delle Donne per la Costituzione” che si svolgerà a Roma il prossimo 24 settembre.

MANIFESTO E ASSOCIAZIONI CHE HANNO ADERITO 10. 09.11

—————————

Un ottima opportunità di formazione delle coscienze….

Venerdì 3 giugno, alle ore 18, presso il Liceo scientifico di Floridia , nel quadro degli “Incontri con gli storici”, promossi per ricordare i 150 anni dell’unità d’Italia, l’Associazione di cultura politica Paolo Romano organizza una

conferenza sul tema “LA QUESTIONE FEMMINILE”, relazionerà Nicoletta Bazzano – (Università di Teramo),

L’incontro sarà incentrato su temi di grande attualità, come la storia della parità in Italia e il costo dell’ancora insufficiente parità.

Nicoletta Bazzano è ricercatrice di Storia moderna presso la Facoltà di Scienze della comunicazione dell’Università di Teramo. Si interessa principalmente di storia politico-istituzionale e culturale del Cinquecento. È autrice del volume Marco Antonio Colonna(Roma 2003).

Pubblicazioni edite da Laterza

L’età moderna
Dalla scoperta dell’America alla Restaurazione, 2010


La donna perfetta Storia di Barbie
2008, collana i Robinson / Letture

Appuntamenti

A Ponte delle Alpi una serata con Libere: spettacolo e dibattito

mobilitazione | 31 maggio 2011 at 11:07 | Categorie: appuntamenti | URL: http://wp.me/p1kiiO-wI

Se Non Ora Quando Belluno e l’Associazione Tina Merlin

con l’Associazione Di Nuovo

presentano

LIBERE

Atto Unico di Cristina Comencini

con Anna Carabetta e Perla Moriggi

regia di Anna Carabetta

segue discussione

Paiane di Ponte nelle Alpi

Piccolo Teatro G. Pierobon

sabato 4 giugno 2011ore 20.30

con il patrocinio del Comune di

Ponte nelle Alpi

ingresso offerta libera

Assemblea nazionale di SNOQ

il gruppo promotore della giornata nazionale del 13 febbraio, SNOQ ha proposto un incontro tra tutti i 98 comitati territoriali finora censiti a Roma, il prossimo 9 e 10 luglio, prevedendo di iniziare verso le 10 del sabato per finire intorno alle 16 della domenica.

L’incontro nazionale sarà utile per conoscerci, confrontarci e decidere insieme, cioè:

∙ stabilizzare la relazione tra i comitati (nazionale e territoriali);

∙ definire obiettivi prioritari;

∙ definire come realizzarli e con quali strumenti operativi.

Le proposte sul che fare e la “carta d’identità” dei comitati inviata nei giorni scorsi, hanno inteso ribadire l’autonomia e la trasversalità come caratteristiche fondative del comitato SNOQ, l’ assemblea nazionale proposta per il 9 e 10 luglio, darà dunque la prima opportunità di una discussione collettiva per decidere insieme.

Il 1 Maggio di SNOQ Genova

Inse non ora quando su 29 aprile 2011 a 08:27

DAL 13 FEBBRAIO AL 1 MAGGIO

Se non ora quando Genova raccoglie la sfida di passare dalla protesta alla proposta. Rilancia la voglia di cambiamento mostrata 13 febbraio da tante donne e uomini e chiede alle cittadine ed ai cittadini Genovesi di sostenere la giornata del 1 maggio con 3 proposte concrete dedicate al  il lavoro femminile.
Perché parlare di lavoro femminile? Per utilizzare in modo razionale le risorse disponibili? Per far crescere il PIL? Perché uno stipendio non basta in nessuna famiglia? Non solo ma ne parliamo perché se per tutti il lavoro vuol dire indipendenza, dignità, riconoscimento sociale per le donne questo vale ancora di più.
E’ lo strumento per poter contare, esser visibili, utilizzare le proprie competenze per essere cittadine a pieno titolo di una Repubblica fondata sul lavoro.
Il lavoro delle donne chiede però ascolto, strumenti, trasparenza, equità perchè un mercato del lavoro in cui le donne non siano umiliate e ricattate è un mercato del lavoro migliore per tutti.
Ecco perché il comitato se non ora quando di Genova dedica il 1° maggio al lavoro delle donne e lo fa anche chiedendovi di sostenere tre proposte concrete:

1) NO ALLE DIMISSIONI IN BIANCO

La Legge 188/2007 prevedeva la nullità delle dimissioni volontarie di lavoratori e lavoratrici, se non presentate utilizzando uno specifico modulo.
Questa legge aveva lo scopo di evitare le cosiddette “dimissioni in bianco” quando alcuni datori di lavoro, all’assunzione chiedevano al dipendente di firmare una lettera di dimissioni priva della data o un foglio in bianco. Questa pratica oltre ad essere illegale, poneva il lavoratore e soprattutto la lavoratrice in una condizione di ricatto nei confronti del datore di lavoro.Il governo Berlusconi ha abrogato la legge n. 188/2007

RIPRISTINIAMO LA LEGGE A TUTELA DELLE DONNE E DEI DIRITTI DI TUTTI

2) QUOTE DI GENERE

I dati europei lo dimostrano: nei paesi dove vi sono le quote di genere la presenza delle donne nei posti di responsabilità aumenta.
In Italia le donne sono sottorappresentate in politica, nelle istituzioni, nei CDA. Se per modificare una cultura arretrata che relega le donne a posizioni
marginali servono misure chiare le quote di genere obbligano aziende e organizzazioni a valorizzare le donne, a incentivarne formazione e riqualificazione ed a supportarle nei percorsi di carriera.

CHIEDIAMO PARITA’ DI GENERE PER PARITA’ DI RUOLO

3) CONGEDI PARENTALI OBBLIGATORI ANCHE PER I PADRI

Nel 2010 il Parlamento Europeo ha approvato misure più eque a favore della genitorialità: un minimo di 20 settimane per le mamme, un congedo obbligatorio di 2 settimane retribuito al 100% per i padri, maggiori garanzie per il recupero completo delle posizioni precedenti nel rientro al lavoro.
Sono misure che vanno verso l’idea della genitorialità responsabile e della condivisione del lavoro di cura fra uomini e donne, che è una necessità per consentire la permanenza delle donne nel mercato del lavoro.

ANCHE IN ITALIA UNA LEGGE PER LA FAMIGLIA CHE LAVORA

vi aspettiamo per illustrarvele, raccogliere le vostre idee e invitarvi a partecipare ad un percorso tra gioco, informazione e consapevolezza del mondo del lavoro femminile  dalle ore 10 alle ore 14 in piazza Caricamento a Genova (zona biglietterie acquario)

COSA TROVERETE?

Saranno realizzate le seguenti aree:
1) Area informativa con cartelli sulle condizioni/discriminazioni lavoro delle donne Europa/Italia + materiale informativo sulle 3 proposte (quote di genere, congedo parentale, dimissioni in bianco). – il labirinto delle disuguaglianze
2) Gioco dell’oca organizzato da Ragazze di Fabbriche sulla storia delle Donne
3) Area ludica + speaker corner- racconti di vita vissuta delle donne organizzato da gruppo Mafalda
a Domenica!

Comitato Se Non Ora Quando? – Genova

“PAESAGGIO, COSTITUZIONE, CEMENTO. LA BATTAGLIA PER L’AMBIENTE CONTRO IL DEGRADO CIVILE” Einaudi, Torino 2010.

Questo il titolo del lavoro firmato da Salvatore Settis docente alla Normale di Pisa, tra i massimi esperti sul tema del paesaggio. Martedì 3 maggio, alle ore

17:30 il Prof. Settis sarà a Siracusa presso la chiesa di San Paolo Apostolo (accanto Tempio di Apollo) per presentare il suo libro, un’occasione unica per la

nostra città che avrà l’onore di accogliere un ospite internazionale di tale portata, già direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa, ritenuto il massimo

esperto italiano sul tema del paesaggio. Organizzato da Parrocchia di San Paolo Apostolo – Siracusa, la Pontificia Commissione di Archeologia Sacra –

Ispettorato per le Catacombe della Sicilia Orientale, all’incontro interverranno oltre all’autore, Mariarita Sgarlata, docente di Archeologia Cristiana e

Medievale, Università degli Studi di Catania, Gesualdo Campo, dirigente generale del Dipartimento Regionale dei BB.CC., Alessio Lo Giudice, docente di

Filosofia del Diritto e Sociologia Giuridica, Università degli Studi di Catania e di Messina. Modera don  Rosario A. Lo Bello, docente Facoltà Teologica di

Sicilia, Palermo.

«L’incubo di un’Italia sdoppiata, quella che vogliamo ancora immaginarci e quella che sta diventando nella realtà, ti assale pagina dopo pagina leggendo l’ultimo libro di Salvatore Settis. Si intitola Paesaggio Costituzione cemento e gela il sangue a chiunque ami questo nostro paese».
Gian Antonio Stella, Corriere della Sera

«Il libro fa capire quale profilo ormai affianchi quello del Settis studioso e docente: l’essere diventato fra i più affidabili riferimenti di quel vasto schieramento che in Italia fronteggia aggressioni e insensatezze a danno del paesaggio. E questo saggio raccoglie riflessioni culturali e civili, cifre, scenari economici, storie e una ricca documentazione di fonti legislative e amministrative che consentono a chi si batte per evitare un sopruso di avere uno strumento in più».
Francesco Erbani, la Repubblica

Questa cieca, suicida devastazione dello spazio in cui viviamo, la «progressiva trasformazione delle pianure e delle coste italiane in un’unica immensa periferia», non avverrebbe impunemente se vi fosse fra i cittadini «una chiara percezione del valore della risorsa e dell’irreversibilità del suo consumo».
Salvatore Settis, Paesaggio Costituzione cemento


Inauguriamo la pagina degli appuntamenti con un evento già avvenuto ma legato indissolubilmente ai nostri cuori e sul piano ideologico al Comitato Se non ora quando? di Siracusa. .


Pillirina tra cielo e mare domenica 10 aprile 2011

Pillirina tra cielo e mare domenica 10 aprile 2011

Annunci

Commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: